Domande frequenti

Il pediatra risponde

Questa pagina del sito web del dott. Paolo Pecile è dedicata alle domande più frequenti che i genitori pongono e si pongono relativamente alla salute del loro bimbo.

Nuova offerta vaccinale in Friuli Venezia Giulia

La vaccinazione rappresenta uno degli interventi più efficaci e sicuri a disposizione della Sanità Pubblica per la prevenzione primaria delle malattie infettive. Tale pratica comporta benefici non solo per effetto diretto sui soggetti vaccinati, ma anche in modo indiretto, inducendo protezione ai soggetti non vaccinati.

In Friuli Venezia Giulia i tassi di copertura delle vaccinazioni sono molto elevati, e l'offerta vaccinale è distribuita all'interno di una rete ben integrata che vede il coinvolgimento di più professionisti.

 

Con delibera della Giunta Regionale 2535 del 18 Dicembre 2014 l'offerta vaccinale è stata aggiornata ed estesa a nuovi vaccini. Tale modifica è entrata in vigore dal 1° Giugno 2015.

In particolare è stato introdotto il vaccino contro il Meningococco B  nei nuovi nati del 2015 e la vaccinazione anti papilloma virus  ai dodicenni di sesso maschile a partire dalla coorte nata nel 2004

 

 

 

Ancora sulle vaccinazioni

In questi ultimi mesi è tornato alla ribalta il problema della sospetta correlazione tra vaccinazione antimorbillo-parotite e rosolia e autismo.

 

Per una corretta informazione è necessario fare una breve cronistoria di questa mai sopita polemica.

1) La correlazione tra vaccino antimorbillo e autismo era stata segnalata nel 1998 da uno studio inglese pubblicato su Lancet, una delle più prestigiose riviste di Medicina.

2) Numerosi studi successivi, in Europa e negli USA, non avevano confermato questa correlazione tanto che la rivista aveva ritirato l'articolo in questione.

3) Due anni dopo Andrew Wakefield, l'autore dello studio pubblicato nel 1998 veniva radiato dall'Ordine dei Medici per aver manipolato alcuni dati del suo lavoro.

 

Da studi recenti sappiamo che purtroppo il danno che sfocierà poi nell'autismo inizia nella fase prenatale dello sviluppo cerebrale.

 

L'apparente aumento dell' autismo è semplicemente dovuto al fatto che oggi giungono alla diagnosi anche i casi più sfumati del cosiddetto "spettro autistico" che in passato non venivano nemmeno presi in considerazione.

Infine è giusto che il genitore responsabile debba conoscere anche gli effetti della mancata vaccinazione contro il morbillo: in ogni epidemia di morbillo, anche piccola, le complicanze sono frequenti e gravi (polmoniti: 1/50 casi; encefaliti 1/1000 casi). In Italia nascono 500.000 bambini/anno: provate solo a immaginare cosa potrebbe succedere se non si vaccinasse più.

 

Leggete qui sotto il documento dell'OMS riportato nell'ultimo numero di Medico&Bambino.

 

Share by: